Ein Ökologisches Projekt mit Kunst, Natur und Spiritualität

An ecological project with Art, Nature and Spirituality

Un progetto ecologico con Arte, Natura e Spiritualità

das aus der Notwendigkeit der Zeit als erlebbares Beispiel für eine zukünftige Kultur gedacht ist

I 4 eteri

I singoli alberi si distinguono già al mattino molto chiaramente, allo stesso tempo si percepisce un delicato luccichio bluastro che ricopre dolcemente il paesaggio.

1. l´etere del calore

L’etere del calore è una delle quattro forze vitali. A seconda delle condizioni, tutti gli eteri o solo uno o nessun etere possono essere espressi in un giorno. Heinz Grill descrive l’espressione della plasticità come una caratteristica del calore o etere di fuoco. Tuttavia, calore non significa temperatura fisica o luce solare. È un calore cosmico.

Ci sono giorni in cui il paesaggio appare molto tridimensionale. Si sperimentano le montagne con le loro valli concave e le colline convesse, gli alberi e le piante nella loro spazialità e tridimensionalità. Lo sguardo poi scivola in lontananza. Si sperimentano alti e bassi in modo molto forte e si sente la vicinanza e la distanza allo stesso tempo. Lo spazio è efficace nella sua profondità.

Le pietre e gli alberi appaiono molto forti nel loro carattere individuale. In questi giorni, le singole cose spesso catturano l’attenzione molto più fortemente. L’intero paesaggio e la natura sono rivestiti di un’atmosfera pittoresca, leggermente bluastra e scintillante.

Ogni singola pietra, ogni albero, persino i singoli fili d’erba sono molto evidenti.
La luce crea una sfera pittoresca, leggera. Tutto è molto armonioso e ordinato.
IMG_0382
weg2
lavendel2
lavendel Detail
IMG_0547
IMG_0143
IMG_0484
tauchbecken
IMG_0765
wald
IMG_0396
IMG_0382 weg2 lavendel2 lavendel Detail IMG_0547 IMG_0143 IMG_0484 tauchbecken IMG_0765 wald IMG_0396

Criteri per osservare l’etere del calore

Vedere le forze vitali della natura è paragonabile a vedere secondo criteri artistici.

Come appare l’individuo in relazione al interno?

Com’è la profondità del paesaggio? Si può sperimentare la profondità?

Quanto plastico appare il paesaggio?

Vale la pena menzionare che come essere umano non solo si può imparare a vedere queste 4 forze eteriche o di vita, ma si può anche crearle.


I dipinti del pittore Segantini esemplificano questo stato d’animo. L’individuo si distingue e allo stesso tempo è collegato al tutto. Tutto appare in una luce pittorica, ma non sfocata, bensì molto chiara e distinta.

Segantini, Mezzogiorno sulle alpi, 1891, 77,5 × 71,5 cm, olio su tela; Deposito della Fondazione Otto Fischbacher Giovanni Segantini, San Gallo, Museo Segantini St.
Segantini, Ragazza che fa la calza, 1888, 53 × 91,5 cm, olio su tela, Kunsthaus Zürich, Zurigo


Ulteriori descrizioni di Heinz Grill degli altri eteri

2. l´etere della luce

L’etere della luce, insieme all’etere del calore, appartiene agli “eteri superiori”. Funziona dall’alto verso il basso, in modo centripeto. Crea un gioco di luci e ombre molto chiaro. La stanza appare aperta e chiara. Dà l’impressione che singole cose vengano verso di voi. I contorni appaiono molto nitidi e chiari.

Per vedere l’etere della luce, si può guardare il paesaggio secondo i seguenti criteri: Com’è il gioco di luci e ombre? Quanto chiaramente si distinguono i contorni? Come vengono le cose verso di te?

Il gioco di luci e ombre crea confini e contorni chiari.
I contorni della montagna e della casa risaltano molto bene.

3. l´etere chimico

L’etere chimico e l’etere della vita appartengono agli eteri inferiori L’etere chimico è trasparente e crea una sfera leggermente argentea. La luce argentea crea una sfera piuttosto diffusa. I colori sono meno brillanti e chiari, le piante riflettono più una lucentezza argentea. Tutto è come avvolto da un leggero luccichio argenteo. Heinz Grill descrive questa sfera come una caratteristica dell’etere chimico.

Per vedere l’etere chimico, si può guardare il paesaggio secondo i seguenti criteri:
Come viene vissuta la zona appena sopra la terra? I colori appaiono meno intensi e riflettono più argentei?


Lago di Tenno – 20 km a sud di Naone

4. l´etere della vita

L’etere della vita crea un’atmosfera molto calma sulla terra. La terra, la natura sembra tacere e ritirarsi come verso il centro della terra. Verso l’alto, il cielo è aperto e libero. Tutti e due si appartengono, la terra in basso si riposa, il cosmo si espande e si apre verso l’alto.

Per vedere l’etere della vita, si può guardare il paesaggio secondo i seguenti criteri:
Il cosmo può essere sperimentato come aperto e ampio verso l’alto? La terra sottostante appare calma e come “silenziosa”?